• minimarchitetti

CASA SU MISURA


Quando ristrutturare significa vivere meglio la propria abitazione.

L'essere umano, diversamente dagli altri animali, è privo di un proprio habitat naturale, per questo motivo, come risposta puramente istintuale, l'uomo ha reso il mondo il suo ambiente, assoggettando la natura al bisogno di delimitarne la vastità e creandosi uno spazio personale su misura. A quel punto l'istinto ha lasciato il posto al ragionamento e alla progettazione dell'abitazione. Intanto che le civiltà crescevano e si evolvevano, la casa assumeva nuovi e molteplici significati. Da semplice rifugio dalle intemperie, la casa diventa un mezzo per rappresentare sé stessi e il proprio status sociale. Ancora oggi ognuno di noi tende a plasmare la propria abitazione uniformandosi ai canoni sociali, alla cultura del tempo e del luogo per rispecchiare la sensibilità di classe a cui ritiene di appartenere.

Abbiamo lasciato dietro di noi un secolo ricco di avvenimenti drammatici in cui l’esigenza di ricostruire, aggiunge un’ulteriore eccezionale domanda di alloggi a quella già formulata negli anni post rivoluzione industriale, quando ha inizio la lenta ma inesorabile migrazione dalle campagne alle città. La grave crisi abitativa, che affligge la maggior parte dei Paesi Europei dopo la seconda guerra mondiale, richiede ed incoraggia ampie e massicce realizzazioni, per le quali l’industrializzazione introduce due imperativi: economia e velocità. Il risultato lo abbiamo sotto i nostri occhi ogni giorno, edifici costruiti utilizzando tecniche produttive di tipo standardizzato che hanno portato ad esiti formali molto simili tra loro ma, soprattutto, privi di qualunque qualità, sia estetica che funzionale. Nella fretta di dare un tetto a più gente possibile vengono spesso trascurati alcuni aspetti che diventano, poi, fonte di disagio per gli utenti dei nuovi alloggi. Infatti, l’unicità di ciascun individuo rende difficile la ricerca di una sola soluzione che risponda alle esigenze di tutti.

In un paesaggio urbano ormai saturo di edifici senza identità, non ci rimane altro se non volgere uno sguardo critico verso il volto più intimo del costruito concentrandosi sul bisogno dell’individuo, cercando di ovviare ad un disagio che lo stesso abitante non riesce a riconoscere. Non si tratta soltanto di mostrare agli altri chi crediamo di essere, ma soprattutto adattare il nostro spazio personale al nostro stile di vita. In questa epoca consumistica il sentimento dell'individuo è influenzato da stereotipi, icone e stili di massa e ciò si riflette sull'ambiente domestico che risulta essere confuso ed evidentemente privo del gusto estetico mai sviluppato dall'abitante.

Il nostro obiettivo è quello di guidare il cliente attraverso la riprogettazione degli spazi e sostenerlo in ogni decisione che verrà presa, per rendere la casa unica e personale.

#ristrutturazione #progettazione #casa #interiordesign #architetturadinterni